salta la barra Po-Net » Musei di Prato e Provincia » Museo della Badia
Po-Net

Musei di Prato e Provincia

Museo della Badia

Museo

Il Museo della Badia di Vaiano è stato inaugurato nel 1993, come prosecuzione della mostra di archeologia medievale realizzata l'anno precedente nell'ambito degli Itinerari Laurenziani. Il 29 maggio 1999 è stato riaperto in una veste totalmente rinnovata dopo un attento lavoro di restauro. Il museo in prossimo futuro sarà completato da un'ampia sezione archeologica in cui verranno esposti anche i reperti rinvenuti negli scavi condotti in occasione del restauro (tuttora in corso) del complesso architettonico.

Attualmente il museo si compone di cinque sale (e due sale più piccole) che facevano parte anticamente del refettorio monastico e dell'appartamento dell'abate. L'allestimento in maniera didattica conduce il visitatore a comprendere lo svolgimento della vita dei monaci della badia e la funzione religiosa, sociale ed economica del monastero nel territorio: il coro e la preghiera corale dei monaci, il refettorio e gli usi alimentari monastici, la sala capitolare e l'organizzazione economica delle proprietà fondiarie e manifatturiere, l'appartamento dell'abate, l'ospedale e l'assistenza ai viandanti sono i temi che emergono dal percorso espositivo. Un aspetto valorizzato dall'allestimento è anche l'illustrazione del sentimento della religiosità popolare e delle forme nelle quali esso si esprimeva in passato. Dopo i necessari interventi di restauro è in fase di studio l'allestimento di una sesta sala che esporrà alcuni arredi e dipinti provenienti da altre chiese della vallata, le cui opere d'arte custodite da secoli sono sottoposte a furti continui.

Sale tematiche

Il tempo del lavoro

Nell'antico refettorio sono esposti alcuni reperti archeologici che documentano gli usi alimentari e la vita quotidiana dei monaci di Vaiano (in attesa di esporre i reperti frutto delle recenti indagini)

Il tempo della preghiera

Nelle vetrine e sopra uno schematico altare sono esposti gli arredi sacri che documentano le cerimonie della liturgia monastica, legata soprattutto all'ufficiatura corale e alla Messa solenne.

La compagnia e le congreghe

Attraverso gli oggetti appartenuti all'antica Compagnia del SS. Sacramento di Vaiano si ricostruiscono le funzioni e i compiti di queste antiche forme di associazionismo nelle quali veniva organizzato il sentimento di religiosità dei fedeli che vivevano nel borgo vicino al monastero.

La religiosità popolare

La sala è dedicata soprattutto al tema della processione nella quale si esprimeva in maniera evidente il sentimento di religiosità dei fedeli. Si espongono gli arredi (come la grande macchina processionale dorata) che in epoca barocca costituivano l'apparato solenne di queste manifestazioni. Da questo ambiente si accede alla cappella dell'abate, dove è ricostruito il rito della Messa privata del superiore della comunità monastica, e allo scrittoio che espone alcune edizioni originali delle opere di Agnolo Firenzuola che per alcuni anni fu abate a Vaiano.

Le chiese del circondario

Da allestire. 

Parte integrante del percorso museale è la visita degli ambienti monastici del complesso architettonico che, dopo un periodo di incuria e di forte degrado, ritorna ad essere visibile nel suo aspetto originario.
I restauri, finanziati da vari enti pubblici e privati (tra cui Provincia di Prato e Comune di Vaiano), sono diretti da un incaricato vescovile. La Badia di San Salvatore, sorta probabilmente tra IX e X secolo sui resti di un precedente insediamento, presenta interessanti strutture di epoca medievale (la chiesa romanica e la torre campanaria del XIII secolo), di epoca rinascimentale (il chiostro frutto del mecenatismo mediceo) e barocca.
Sulla base di una convenzione stipulata tra Comune di Vaiano, Diocesi di Prato, Parrocchia di Vaiano e Associazione Pro Museo della Badia di Vaiano la gestione e l'apertura al pubblico del museo sono assicurati dai volontari dell'Associazione Pro Museo della Badia di Vaiano.
Il museo si è dotato di un laboratorio didattico-educativo, nell'ambito del C.D.S.E. della Val di Bisenzio, che opera in base ad un piano annuale di lavoro per portare avanti con continuità la sua opera di promozione culturale e di collaborazione con il mondo della scuola.

Servizi educativi e culturali

Un'attività ordinaria: il museo fornisce permanentemente alcuni servizi culturali per ragazzi e adulti, come visite guidate e sussidi didattici funzionali ai diversi livelli d'età e di formazione.

Un'attività annuale: un piano di lavoro consente di sviluppare specifici temi legati alla storia e alle tradizioni religiose del territorio in un'ottica non localistica.
Tale piano annuale prevede momenti di approfondimento di questi temi tramite mostre, conferenze, pubblicazioni.

Madonna
Madonna
Progetto della Badia di vaiano
Progetto della Badia di Vaiano

Indirizzo e contatti

piazza Agnolo Firenzuola
, 1
- Vaiano
Sito web: http://www.diocesiprato.it/badia-di-vaiano/
E-mail: assopromuseo@libero.it
Telefoni: 0574 989022, 328 6938733
OrarioSabato 16.00-19.00; domenica e festivi 10.00-12.00 e 16.00-19.00

Biglietto: ingresso gratuito

Caricamento Google Maps.......attendere

Data ultima revisione dei contenuti della pagina: venerdì 13 maggio 2016

- Inizio della pagina -
Il progetto Po-Net Ŕ sviluppato con il CMS ISWEB« di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it