Svolgimento delle elezioni politiche

Come si svolgono le elezioni politiche

Logo Po-Net

Elezioni Politiche

Svolgimento delle elezioni politiche

Il sistema elettorale per le elezioni politiche è definito dalla legge n. 165 del 3 novembre 2017.
Le modalità con cui si svolgono le elezioni, cioè come il voto di ogni cittadino viene trasformato in seggio (sedia), è definito dal sistema elettorale, che varia in base al tipo di elezione.
In generale, i sistemi elettorali si distinguono in maggioritario proporzionale. In base al sistema elettorale proporzionale ad ogni lista di candidati viene assegnato un numero di seggi proporzionale al numero di voti ottenuti, mentre per il maggioritario si assegnano i seggi al partito (o la coalizione) che ha preso più voti. 

L'attuale sistema elettorale italiano si configura come un sistema elettorale misto, con una componente maggioritaria uninominale (37% dei seggi, cioè 232 alla Camera e 116 al Senato) ed una proporzionale plurinominale (61% dei seggi, cioè 386 alla Camera e 193 al Senato). Il 2% dei seggi (12 deputati e 6 senatori) è destinato al voto degli italiani residenti all’estero, assegnato con un sistema proporzionale. 
 

Come si eleggono la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica

La Camera è composta da 630 deputati che equivalgono a 630 seggi, dodici dei quali spettanti alla Circoscrizione Estero (istituita per gli elettori italiani residenti all'estero).
ll Senato è composto da 315 senatori elettivi, 6 dei quali eletti nella Circoscrizione Estero; a questi vanno aggiunti i senatori a vita (cioè gli ex Presidenti della Repubblica) e alcuni cittadini che, a parere del Presidente della Repubblica, si sono distinti per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario.

La nuova legge elettorale stabilisce una nuova suddivisione del territorio nazionale al fine di distribuzione dei seggi. Le circoscrizioni elettorali sono 20 per il Senato (coincidenti con le regioni) e 28 per la Camera (una in più rispetto la legge precedente, in Lombardia). Ciascuna circoscrizione è a sua volta suddivisa in collegi uninominali ed in collegi plurinominali.

  • 232 seggi alla Camera e 116 al Senato saranno assegnati in collegi uninominali. Ogni partito o coalizione presenterà un solo candidato; sarà proclamato eletto il candidato più votato.
  • 386 seggi alla Camera e 193 al Senato saranno assegnati in collegi plurinominali. Ogni partito o coalizione presenteranno una lista di candidati. I seggi saranno assegnati con metodo proporzionale: ad ogni partito o coalizione verrà assegnato un numero di seggi proporzionale al numero di voti ottenuti.

Esistono delle soglie di sbarramento sia per la Camera che per il Senato; i partiti che non ottengono un numero di voti tali da superare la soglia non partecipano alla ripartizione dei seggi. Le soglie sono: 3% a livello nazionale per i singoli partiti e liste e il 10% a livello nazionale per le coazioni. I voti dei partiti in coalizione che abbiano raggiunto la soglia dell'1%, ma non sono riusciti a superare la soglia del 3%, vengono ripartiti dentro la stessa coalizione. Sotto la soglia dell'1% invece i voti dati a quella lista vanno dispersi, cioè non vengono attribuiti a nessuno. 
 

Come si elegge la Circoscrizione Estero

I cittadini italiani residenti all'estero, iscritti all'AIRE (Anagrafe Italiani residenti all'estero), possono votare per corrispondenza nell'ambito delle ripartizione della Circoscrizione Estero, per eleggere complessivamente 12 deputati e 6 senatori.

Le ripartizioni della Circoscrizione Estero, sono quattro:

  • Europa (compresi territori asiatici della Federazione Russa e della Turchia);
  • America meridionale;
  • America settentrionale e centrale;
  • Africa, Asia, Oceania e Antartide.


Normativa

Raccolta della normativa in tema di elezioni politiche

Data ultima revisione dei contenuti della pagina: martedì 03 settembre 2019

- Inizio della pagina -
Il progetto Po-Net è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it