Come si vota per le elezioni politiche

Come si vota per le elezioni politiche

Logo Po-Net

Elezioni Politiche

Come si vota per le elezioni politiche

L'elettore, al momento della votazione, riceve 2 schede: una di colore rosa per l'elezione della Camera ed una gialla per l'elezione del Senato (solo chi ha compiuto 25 anni di età). 
I modelli delle schede sono identici.
 

Come si esprime il voto

Ipotesi voto 1: il voto espresso tracciando un segno sul contrassegno della lista vale anche per il candidato uninominale collegato, e viceversa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ipotesi voto 2: il voto espresso tracciando un segno sul nome del candidato uninominale collegato a più liste in coalizione, viene ripartito tra le liste in proporzione ai loro voti ottenuti nel collegio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ipotesi voto 3: se l'elettore traccia un segno sul rettangolo contenente il nominativo del candidato del collegio uninominale e un segno sul sottostante rettangolo contenente il contrassegno della lista nonché i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale, il voto è comunque valido a favore sia del candidato uninominale sia della lista.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Ipotesi voto 4: se l'elettore traccia un segno sul contrassegno e un segno sulla lista di candidati nel collegio plurinominale della lista medesima, il voto è considerato valido a favore sia della lista sia del candidato uninominale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Ipotesi voto 5: se l'elettore traccia un segno, comunque apposto, sul rettangolo contenente il nominativo del candidato uninominale e un segno su un rettangolo contenente il contrassegno di una lista cui il candidato non sia collegato, il voto è nullo, in quanto non è previsto il voto disgiunto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non è previsto il voto di preferenza: nei collegi plurinominali, determinato il numero degli eletti che spettano a ciascuna lista, vengono eletti i candidati secondo l'ordine fissato al momento della presentazione della lista stessa.
 

Il tagliando antifrode

Ogni scheda elettorale è provvista di un tagliando rimovibile ("tagliando antifrode") in cui è scritto un codice alfanumerico progressivo.
I componenti dei seggi elettorali hanno il compito di controllare che il numero del tagliando sia lo stesso di quello annotato prima della consegna della scheda all’elettore. Solo dopo tale controllo il presidente del seggio potrà inserire la scheda stessa nell'urna.
 

Norme sulla segretezza del voto

Il Decreto Legge n. 49 del 1° aprile 2008 vieta l'introduzione nelle cabine elettorali di telefoni cellulari o di altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini. I trasgressori verranno puniti con l'arresto da tre a sei mesi e con una multa da 300 a 1000 euro.

Fac simile scheda elettorale per Senato: colore giallo

fac simile senato


Fac simile scheda elettorale per Camera: colore rosa

fac simile camera

Data ultima revisione dei contenuti della pagina: lunedì 02 settembre 2019

- Inizio della pagina -
Il progetto Po-Net è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it